vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

92490 - EUROPA: CONFINI E MIGRAZIONI

Anno Accademico 2019/2020

Conoscenze e abilità da conseguire

problematica dell'integrazione sociale, politica e giuridica in Europa

Programma/Contenuti

Identità in Europa, confini, solidarietà, fenomeni migratori

Il corso vuole svolgere, nel contesto del processo di integrazione in Europa, il tema dei confini (politici, sociali, culturali) e come su di essi incidono i fenomeni migratori.

La costruzione di un’identità europea composita e pluralista, nonostante le narrazioni delle forze politiche sovraniste o populiste, implica proprio il superamento dei confini, che normalmente separano, dividendo, gli ordini politici e gli ordini sociali.

Il fenomeno migratorio rappresenta, secondo la prospettiva del corso, un caso emblematico di sconfinamento: ossia di superamento dei confini politici, economici, sociali. L’intento del corso è di approfondire come le migrazioni rimettono in discussione il grande tema dei confini politico-sociali e come, nel contesto europeo, in ragione della storia e della cultura del vecchio continente, possono costituire una risorsa e non un pericolo per la costruzione di una comunità integrata.

Il corso è articolato in tre moduli che tratteranno i profili sociologici, normativi e istituzionali dei fenomeni migratori nel contesto dell’integrazione dell’Europa.

Ciascun modulo prevede un mini-corso di almeno 8 ore di lezioni frontali, che saranno tenute dai professori Federico Casolari, Andrea Morrone e Pierluigi Musarò.

Il prof. Morrone intende individuare le traiettorie culturali del concetto di confine in una prospettiva politico-giuridica, considerando il significato che il fenomeno migratorio svolge nella dialettica tra inclusione e esclusione costituzionale.

Il prof. Casolari si occuperà in particolare della legislazione UE in materia di migrazione, nelle sue diverse sfaccettature, considerando anche le prospettive di riforma dell’ordinamento dell’Unione europea, alla luce della prassi e delle tendenze in atto.

In particolare, si guarderà al grado di concreta realizzazione del principio sovranazionale di solidarietà e alle conseguenze derivanti dal crescente ricorso, a livello internazionale e sovranazionale, a strumenti informarli per la gestione del fenomeno migratorio. Benché formalmente non vincolanti, tali strumenti, a partire dalla nota Dichiarazione UE-Turchia, sono in grado esercitare una significativa influenza sull’ordinamento sovranazionale, mettendone in discussione alcuni dei principi strutturali (a partire dal principio del rispetto dello Stato di diritto e dal principio di attribuzione delle competenze).

Il prof. Musarò, evidenziando come i media regolano la nostra percezione di quel che succede lungo il confine secondo precise modalità estetiche e cognitive, esplorerà il Mediterraneo come confine, prima ancora che fisico, narrato, mediatizzato, spettacolarizzato. E a partire dagli eventi che hanno interessato il Mediterraneo negli ultimi anni, focalizzerà narrazioni, politiche e pratiche relative al rapporto tra gestione dei confini e rispetto dei diritti umani, provando a rispondere alle seguenti domande:

Cosa è un confine? Come la sua rappresentazione influisce nella costruzione del noi e dell’altro?

Che rapporto esiste tra gestione, fisica e simbolica, dei confini e diritti umani?

Quale idea di confine e di umanità ci offre la copertura di ciò che avviene nel Mediterraneo?

Quali linguaggi possono essere in grado di sfidare queste rappresentazioni e promuovere nuovi immaginari sociali sul confine e sulla gestione della convivenza interculturale?

Testi/Bibliografia

F. Casolari, "Il ricorso dell'Unione europea a strumenti informali per il contrasto all'immigrazione irregolare", in Rivista trimestrale di diritto pubblico, 2019, ISSN 0557-1464, pp. 539-553.

F. Casolari, "La crisi siriana, l'esodo dei rifugiati e la Dichiarazione UE-Turchia", in N. Ronzitti, E. Sciso (a cura di), I conflitti in Siria e Libia. Possibili equilibri e le sfide al diritto internazionale, Giappichelli Editore, Torino, ISBN 978-88-921-1377-0, 2018, pp. 219-242.

F. Casolari, "Lo strano caso del regolamento 2016/369, ovvero della fornitura di sostegno di emergenza all'interno dell'Unione ai tempi delle crisi", in E. Triggiani e al. (a cura di), Dialoghi con Ugo Villani, Bari, 2017, vol. I, ISBN 978-88-6611-591-5, pp. 519-530.

A. Morrone, I mutamenti costituzionali derivanti dall’integrazione europea, in www.federalismi.it, 20/2018, pp. 1-27.

A. Morrone, Constitutional Courts and Economic Crisis, in “e-pública”, A primeira Revista de Dereito público online em Portugal, www.e-publica.pt, vol. 4, n. 1, maio 2017, pp. 87-102.

A. Morrone, Le forme della cittadinanza nel Terzo Millennio, in “Quaderni costituzionali”, 2015, pp. 303-323.

Musarò, Pierluigi (2016): Mare Nostrum: the visual politics of a military-humanitarian operation in the Mediterranean Sea. In: Media, Culture & Society, 39 (1), 1-18.

Musarò, Pierluigi, Taxi o ambulanze del mare? Politiche dell’immagine nella crisi dei migranti nel Mediterraneo, con Paola Parmiggiani, in Fausto Colombo e Maria Francesca Murru (a cura di), Iconismo e potere. Politiche dell’immagine nell’era digitale, Problemi dell'Informazione – 1/2018, pp. 87-113.

Musarò, Pierluigi, Confine liquido, in Giordana E. (a cura di), Sconfinate. Terre di Confine e Storie di Frontiera, Rosenberg & Sellier, Torino, 2018, pp. 147-157.

Metodi didattici

per casi e problemi concreti

Modalità di verifica dell'apprendimento

colloquio

Strumenti a supporto della didattica

forniti a lezione di volta in volta

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Andrea Morrone

Consulta il sito web di Federico Casolari

Consulta il sito web di Pierluigi Musarò